La risposta dei Maya alla crisi climatica

«Gli eventi climatici estremi, saranno sempre più frequenti e occorre farsi trovare preparati per garantire stabilità sociale e prevenire
l ‘insorgere di diseguaglianze e conflitti.
Oggi, a differenza di allora, abbiamo i mezzi e le capacità di formulare previsioni attendibili sul futuro, e questo, ci rende (ci auguriamo) capaci di influenzarlo nel miglior modo possibile!».
NOTA : Il Rapporto Grandswell del 2021 stima che entro il 2050 fino a 216 milioni di persone , potrebbero spostarsi all’interno dei propri paesi, a causa dei cambiamenti climatici»…»per non parlare dei 25 milioni di persone (stima non verificata da me), che ogni anno sfollano a causa dei disastri ambientali».

La Macchina del Tempo

La crisi ambientale e i sempre più frequenti fenomeni estremi possono portare a instabilità sociale e conflitti. Dalla civiltà Maya arrivano preziose lezioni su come affrontare queste situazioni, ma la classe politica e le istituzioni devono farsi trovare pronte, per garantire resilienza e tenuta sociale.


Una ricerca multidisciplinare pubblicata su Nature Communications e condotta da Douglas Kennett, dell’Università della California Santa Barbara, combina dati archeologici, paleoclimatici ed etnostorici per spiegare il tracollo demografico, i conflitti civili e il crollo delle istituzioni di Mayapan, che è stata capitale dei Maya nello Yucatan tra il XIII e il XV secolo.

Ambiente e società

Sembra infatti che i violenti conflitti civili, il collasso sociopolitico e l’instabilità sociale che hanno attraversato la regione dello Yucatan tra il XIV e il XV secolo d.C. siano stati la conseguenza diretta di un periodo di siccità che ha fortemente impattato l’agricoltura di sussistenza e l’economia politica della…

Ver la entrada original 782 palabras más

Un comentario

Deja una respuesta

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Salir /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Salir /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Salir /  Cambiar )

Conectando a %s

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.