Grafene diffuso per il controllo neuronale.

I neueroni interagisconon tramite segnali elettrici, noti come potenziali di azione… una chiave per comprendere il cervello a livello cellulare.
La luce può penetrare in profondità nei tessuti senza molto assorbimento da parte dell’acqua o dell’emoglobina.
Qui entra in gioco l’elevata efficienza fototermica dei fili di grafene fuzzy, che consente di modullare l’attività cellulare.

La Forza della Verità

Grafene diffuso per il controllo dei neuroni La capacità di modulare l'elettrofisiologia cellulare è fondamentale per lo sviluppo, la funzione e la ricerca sulle malattie. Attualmente, è necessario un monitoraggio remoto dell'attività cellulare indotto dalla luce, non genetico, su piattaforme bidimensionali (2D) e tridimensionali (3D). Qui presentiamo un nanomateriale ibrido innovativo per la stimolazione fototermica remota e non genetica di sistemi di cellule neurali 2D e 3D utilizzando fiocchi di grafene. I neuroni interagiscono tramite segnali elettrici noti come potenziali d'azione e la modulazione dell'elettrofisiologia dei neuroni mirati è una chiave per comprendere il cervello a livello cellulare. La maggior parte dei metodi attuali richiede modifiche genetiche per rendere le cellule sensibili alla luce in modo che possano essere controllate otticamente o siano imprecise e richiedono alte energie che possono danneggiare le cellule. Scrivendo su PNAS, Sahil Rastogi e colleghi presentano un metodo remoto e non genetico per modulare otticamente…

View original post 201 more words

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.